logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

“Ospedali in Musica”, domenica a Livorno il duo armonico Caberlotto (fisarmonica) e Dalpiaz (chiatarra)

LIVORNO, 9 novembre 2018 – Domenica 11 novembre sarà protagonista della stagione “Ospedali in Musica” il Duo Armonico, formato dal fisarmonicista Roberto Caberlotto e dalla chitarrista Fabrizia Dalpiaz. L’appuntamento è, come di consueto, alle 17 al secondo piano del palazzo di amministrazione dell’ospedale di Livorno (Viale Alfieri 36).

Organizzata da Agimus Firenze – Livorno e Azienda USL Toscana nord ovest, grazie al sostegno di Dulcimer Fondation Pour La Musique, la stagione concertistica nasce con l’intento di portare, grazie alla musica, un momento di sollievo a degenti e familiari del nosocomio livornese, ed è aperta ad ingresso libero a tutta la cittadinanza.

Questa domenica Caberlotto e Dalpiaz presenteranno un inedito incontro tra i loro strumenti, chitarra e fisarmonica, apparentemente estremamente diversi eppure in grado di dare vita ad affascinanti trame sonore. Il programma spazierà dal barocco alla contemporaneità, con musiche di Antonio Vivaldi, Mauro Giuliani, Tiziano Benedetti, Hermann Zilcher, Astor Piazzolla e  composizioni dello stesso Roberto Caberlotto, che oltre che come musicista è attivo anche come compositore.

(Pierpaolo Poggianti)


Fabrizia Dalpiaz si è diplomata in chitarra classica presso il Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento sotto la guida del M° Cesare Lutzemberger. Successivamente si è perfezionata con artisti di fama internazionale quali A. Ponce, E. Fisk, L. Brouwer.  Contestualmente ha iniziato l’attività di concertista in diverse formazioni cameristiche: duo di chitarre, chitarra e  violino, chitarra e flauto, chitarra e canto, chitarra e fisarmonica. Come solista ha suonato con l’Ensemble “Ars Nova”, l’Orchestra da camera del Conservatorio di Trento,  l’Orchestra da Camera dissonÆnsemble. Ha eseguito in prima assoluta opere di compositori italiani quali Massimo Priori, Ivano Battiston, Lorenzo  Fattambrini, Roberto Caberlotto. Ha registrato per varie emittenti radio tra cui la R.A.I.  Finalista ai concorsi di  Savona e Mondovì, è stata premiata al 9° Festival Internazionale Città di Bardolino. Insegna chitarra classica presso la Scuola musicale Il Diapason di Trento

Roberto Caberlotto ha studiato fisarmonica, pianoforte e composizione con Ivano Battiston e Bruno Coltro diplomandosi, con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio “Cherubini” di Firenze. Si è perfezionato successivamente con Hugo Noth e Joseph Macerollo  ed ha partecipato ai Seminari sulla fisarmonica tenuti da Salvatore di  Gesualdo, aggiudicandosi il Premio Speciale del Docente nel 1993 e la  borsa di studio nel 1996. Intensa l’attività concertistica che lo ha visto protagonista in diverse  importanti stagioni concertistiche italiane ed estere. Ha suonato con l’orchestra regionale della Toscana, sotto la direzione  di importanti compositori e direttori d’orchestra quali Berio, Eötvos,  Benjamin. E’ stato solista di fisarmonica con l’Orchestra d’archi Italiana, l’Ensemble Zandonai di Trento, l’orchestra d’archi Legrenzi, l’orchestra d’archi Ars Armonica e il  Tammitam Percussion Ensemble di Venezia. Notevoli inoltre le affermazioni a concorsi nazionali ed internazionali. Ha collaborato ed eseguito in prima assoluta opere di diversi  compositori italiani quali Ennio Morricone, Paolo Ugoletti, Andrea  Talmelli, Fabrizio Festa, Massimo Priori, Rolando Lucchi, Riccardo  Riccardi, Mario Pagotto, Lorenzo Fattambrini, Nicola Straffelini,  Francesco Schweizer,  Claudio Scannavini, Stefano Bonilauri e altri. Pubblica per la casa editrice Bèrben di Ancona. Insegna fisarmonica e cultura musicale presso la Scuola Musicale Il  Diapason di Trento ed è stato docente presso i corsi di interpretazione  musicale del Festival Musicale Savinese di Monte San Savino (AR). E’ attivo come compositore, arrangiatore e promotore di eventi culturali ed è Direttore Artistico dell’Associazione Culturale dissonAnce.

In allegato le foto dei due musicisti.

Attachments: