logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

118 - in corso uno studio che punta a migliorare la sicurezza del territorio.  

 

 Non è previsto alcun ridimensionamento, ma  con l’automedica si raggiunge la stessa  dotazione assistenziale  garantita in pronto soccorso.  Da dieci anni nella nostra area sono già in funzione 13 automediche.

 

Livorno, 9 novembre 2018 - Sia la Regione, sia l’ASL Toscana nord ovest stanno lavorando perché il servizio 118, che già oggi è uno dei migliori in Italia considerando i tempi medi di arrivo sull’obiettivo (8 minuti in ambito in urbano e 20 extraurbano), sia sempre più efficiente e dinamico, per questo è in corso uno studio che dovrà essere condiviso con le associazioni di volontariato, con l’ordine dei medici e degli infermieri, con i sindacati e con tutti i soggetti coinvolti. E’ quindi del tutto fuori luogo che alcuni sindacati creino allarmismi ingiustificati su una materia che è ancora in fase di discussione.

In generale, sarebbe prevista l’introduzione di un’automedica, dove sono presenti solamente ambulanze medicalizzate e non, e comunque solamente a Livorno e Pisa. Tale azione di miglioramento, oltre a non diminuire il numero dei sanitari destinati all’emergenza territoriale, aggiunge un’èquipe completa (medico + infermiere) trasportando sul territorio la stessa dotazione assistenziale  garantita  in pronto soccorso.  L’automedica, completamente attrezzata, ha il vantaggio di muoversi più velocemente soprattutto nel traffico cittadino, garantendo un maggior numero di interventi rispetto ad un’ambulanza medicalizzata anche perché può assicurare  eventuali consulenze richieste dai mezzi non medicalizzati.

Di fatto, qualunque modello si voglia mettere in atto deve rispettare la normativa nazionale (legge Balduzzi) che dispone la presenza di una postazione avanzata (medico + infermiere) ogni 60.000 abitanti o ogni 350 km quadrati. L’organizzazione attuale sul territorio della ASL Toscana nord ovest rispetta  i canoni della legge e da circa 10 anni, con notevole miglioramento del servizio, le automediche sono già state introdotte a  Volterra, Pontedera,  colline della Valdera, Fivizzano, Aulla, Pontremoli, Carrara, Massa, Querceta, Camaiore, Viareggio, Lucca e Barga.

Quindi, non vi è alcuna intenzione di depotenziare un servizio importante come il 118 ma lo studio in corso, a livello regionale, punta a rafforzare la sicurezza del territorio e ad un miglioramento delle competenze professionali. (dg)