logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Anagrafe Canina

Responsabile: Dr. Marco Del Torto

Galleria G.B. Gerace, 14 - 56124 Pisa

 

Modulistica Anagrafe Canina

 

 

 

 

Informazioni Utili per attività:

ANAGRAFE ANIMALI DI AFFEZIONE

L'Anagrafe degli Animali d’Affezione è il registro nazionale dei cani, gatti e furetti identificati per specie con microchip in Italia.

E’una banca dati, alimentata e in continua implementazione con i dati trasmessi dalle singole anagrafi territoriali, gestite dalle regioni (Anagrafe Canina, Anagrafe Felina e Furetti), in grado di fornire on line, attraverso il codice identificativo (microchip o tatuaggio) i riferimenti utili per rintracciare il luogo di registrazione degli animali per specie e il loro legittimo proprietario, nel rispetto della tutela della privacy del cittadino.

Tutte le regioni, inviano alla banca dati nazionale oltre al codice dell'identificativo (microchip o tatuaggio) le informazioni relative alla specie animale (cane, gatto, furetto), oltre ai dati anagrafici relativi al cane (razza, data di nascita, colore, mantello, taglia)

Il sistema delle anagrafi, nazionale e territoriali, istituito con l’accordo Stato-Regioni del 6 febbraio 2003, oltre a rendere più facile la restituzione dell’animale al proprietario, garantisce la certezza dell’identificazione, è un efficace strumento di dissuasione dagli abbandoni degli animali, favorisce studi e interventi per la prevenzione e cura delle malattie degli animali. La consultazione della banca dati è libera. Chi trova un cane smarrito, digitando il codice a 15 cifre del microchip o quello tatuato, può risalire all’anagrafe di provenienza del cane e trovare numeri utili e sportelli a cui rivolgersi per rintracciare il proprietario.

  • ANAGRAFE CANINA REGIONALE;
  • Iscrizione all'anagrafe canina;
  • Passaggio di proprietà fuori Regione Toscana;
  • Passaggio di proprietà in Regione Toscana;
  • Come fare se il cane proviene da un’altra regione;
  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero;
  • Trasferimento di residenza;
  • Smarrimento del cane;
  • Morte del cane;
  • Passaporto PET;
  • Aggiornamento Passaporto;
  • Smarrimento Passaporto;
  • Certificato di Espatrio;

 

ANAGRAFE CANINA REGIONALE

La legge regionale Toscana n. 59 del 2009 ha istituito in ogni Comune l'anagrafe del cane gestita dalle Aziende Unità Sanitarie Locali tramite le competenti strutture organizzative dei DIPARTIMENTI DI PREVENZIONE.

La legge ha istituito anche le anagrafi volontarie feline  e dei furetti che contengono i dati degli animali registrati e iscritti su base volontaria dai proprietari

 

IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELLA USL TOSCANA NORD OVEST

attraverso l’Anagrafe Canina Regionale Area Toscana Nord Ovest offre una serie di servizi dedicati organizzati su base territoriale, per  aiutarti a rendere la tua vita e quella del tuo amico a quattro zampe migliore e più semplice, 

  • dove siamo 
  • ORARI apertura al pubblico 
  • pagamenti 
  • modulistica
  • contatti 

 Iscrizione all'anagrafe canina 

  • Passaggio di proprietà fuori Regione Toscana 
  • Passaggio di proprietà in Regione Toscana 
  • Come fare se il cane proviene da un’altra regione
  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero 
  • Trasferimento di residenza 
  • Smarrimento del cane 
  • Morte del cane 
  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto 
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 

- Iscrizione all'anagrafe canina 

L’allevatore, sia professionale che amatoriale, ha l’obbligo di iscrivere all’anagrafe canina i cuccioli nati entro 60 giorni e comunque prima della loro cessione. L’iscrizione all’anagrafe può essere effettuata presso il proprio veterinario (se accreditato) o presso la ASL. Al termine della prestazione il veterinario o l’ufficio anagrafe canina rilasciano il CERTIFICATO DI ISCRIZIONE. Questo documento accompagna il cane in ogni passaggio successivo e deve essere consegnato a chi riceve in cane in caso di cessione.

 

CHE COSA E’ IL MICROCHIP

Il microchip è un piccolo dispositivo elettronico che viene inserito esclusivamente dai veterinari della ASL o dai Veterinari Liberi Professionisti accreditati dal Servizio veterinario, per via sottocutanea. L’applicazione è rapida, innocua e soprattutto indolore. 
L'iscrizione all'anagrafe canina deve essere contestuale all'impianto del microchip.
La lettura immediata del microchip inoculato permette di rintracciare in tempo reale il proprietario di un animale smarrito.

  • COME FARE 
  • Per l’intervento di inserimento del Microchip da parte del Veterinario USL è necessario fissare un appuntamento secondo le informazioni contenute in IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELLA USL TOSCANA NORD OVEST.
  • Recarsi all’appuntamento provvisti di:
  • attestazione del pagamento secondo le modalità riportate in " IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELLA USL pubblico + pagamenti
  • Animali - Orari e Pagamenti";
  • documento di riconoscimento,copia del documento (la copia dovrà restare all’ambulatorio veterinario);
  • codice fiscale e copiadel codice fiscale (la copia dovrà restare all’ambulatorio veterinario;
  • delega(nel caso si presenti persona diversa dal proprietario);
  • e naturalmentericordare di portare il cane condotto con guinzaglio e museruola.
  • Passaggio di proprietà fuori Regione Toscana 
  • Passaggio di proprietà in Regione Toscana 
  • Come fare se il cane proviene da un’altra regione
  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero 
  • Trasferimento di residenza 
  • Smarrimento del cane 
  • Morte del cane 
  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto 
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 
  • Passaggio di proprietà fuori Regione Toscana 

La cessione a qualsiasi titolo di cani  (o anche gatto o furetto se già registrato per scelta del proprietario o per fini commerciali) non iscritti all'anagrafe canina e di età inferiore a 60 giorni è vietata.

Nel caso di variazione di proprietà il precedente proprietario deve darne comunicazione entro 30 giorni. La cessione del cane deve essere autocertificata dai due contraenti, con l’apposito modulo allegato (modulistica )  allegando il pagamento dovuto (-PAGAMENTI+)  e dei copia documenti di identità e codice fiscale di entrambe le parti, alla Anagrafe Canina che eroga il servizio, la quale registra la cessione fuori Regione e rilascia un attestazione che accompagnerà l'animale e il nuovo proprietario nell'iscrizione nella nuova Regione.    Il Passaggio di proprietà può essere effettuato esclusivamente dalle ASL, attraverso gli uffici dell' Anagrafe Canina regionale+

  • Passaggio di proprietà in Regione Toscana +
  • Come fare se il cane proviene da un’altra regione
  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero +
  • Trasferimento di residenza +
  • Smarrimento del cane +
  • Morte del cane +
  • Passaporto PET+
  • Aggiornamento Passaporto +
  • Smarrimento Passaporto +
  • Certificato di Espatrio +

- Passaggio di proprietà in Regione Toscana 

La cessione a qualsiasi titolo di cani  (o anche gatto o furetto se già registrato per scelta del proprietario o per fini commerciali) non iscritti all'anagrafe canina e di età inferiore a 60 giorni è vietata. 

Nel caso di variazione di proprietà, va compilato l'apposito modello (modulistica) allegando il pagamento dovuto (-PAGAMENTI+) e copia documenti di identità e codice fiscale di entrambe le parti. Il tutto deve essere presentato entro 30 giorni, al Servizio Anagrafe Canina, che aggiorna i dati nel Sistema Informatico di  Prevenzione nell'Area Anagrafe Canina. Il passaggio di proprietà può essere effettuato esclusivamente attraverso gli uffici dell'Anagrafe Canina Regionale.

  • Come fare se il cane proviene da un’altra regione
  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero
  • Trasferimento di residenza
  • Smarrimento del cane
  • Morte del cane
  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 
  • Colonie Feline 

 

Come fare se il cane proviene da un’altra regione +

Nel caso del cane proveniente da fuori regione, contestualmente alla presentazione della autocertificazione modello +, e del pagamento + dovuto, il nuovo proprietario in Regione Toscana deve presentare entro 30 giorni dall’inizio del possesso dell’animale, ricevuta dell’avvenuta cancellazione del cane dalla Anagrafe Canina di provenienza.

In caso di mancanza di tale documentazione è necessario fissare un appuntamento con il veterinario della Anagrafe Canina per procedere alla identificazione senza inserimento di microchip ed iscrizione del cane secondo le modalità in -

Iscrizione all'anagrafe canina 

  • Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero
  • Trasferimento di residenza 
  • Smarrimento del cane 
  • Morte del cane 
  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto 
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 
  • Colonie Feline 

 

Come fare se il cane acquistato/adottato ha un passaporto straniero 

In caso di cani/ gatti /furetti acquistati con microchip e passaporto straniero è necessario prendere appuntamento con il veterinario per  l’identificazione e l’iscrizione del cane in Anagrafe, secondo le modalità in USL Iscrizione all'anagrafe canina + COME FARE+. Al momento dell’appuntamento il proprietario deve produrre presso l'anagrafe canina della ASL che eroga il servizio, il passaporto o certificato di espatrio, la certificazione attestante l'acquisto/acquisizione, entro 30 giorni dall'acquisizione dell'animale, munito di:                                

  • attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in"Anagrafe Canina Regionale- Pagamenti";
  • documento di riconoscimento fotocopia;
  • codice fiscale con fotocopia;
  • delega (nel caso si presenti persona diversa dal proprietario);
  • cane condotto con guinzaglio e museruola  (solo nel Presidio di Santa Maria della Pietà).
  • gatto
  • furetto
  • originale e copia del documento e del codice fiscale del precedente del nuovo proprietario.
  • Trasferimento di residenza +
  • Smarrimento del cane +
  • Morte del cane +
  • Passaporto PET+
  • Aggiornamento Passaporto +
  • Smarrimento Passaporto +
  • Certificato di Espatrio +
  • Colonie Feline +

 

Trasferimento di residenza

Il cambio di residenza può essere certificato/rilasciato solo dalle ASL . Nel caso di variazione di residenza, deve essere compilato l’apposito modulo  (modulistica +) e presentato alla  ASL agli uffici di Anagrafe di Canina. 

  • COME FARE

Il proprietario/detentore dovrà recarsi, nel termine di 30 giorni, presso l'anagrafe canina  munito di:                                                          

  • iscrizione all'anagrafe canina precedente;
  • appositomodello di denuncia (modulistica + ) debitamente compilato;
  • se proveniente da altra regione, certificato  di cancellazione nella ASL di provenienza e ricevuta del versamento a favore della  ASL che eroga il servizio effettuato secondo le modalità riportate in "Anagrafe Canina - Orari e Pagamenti" ;
  • documento e copia del documentoattestante il nuovo indirizzo o autocertificazione di residenza.

 

In caso trasferimento da Paese estero, di cani con microchip e passaporto straniero, è necessario prendere appuntamento presso l'anagrafe canina della ASL che eroga il servizio, entro 30 giorni dall'arrivo in Italia, e recarsi all’appuntamento muniti di:

  • attestazione del pagamento di effettuato secondo le modalità riportate in"Anagrafe canina regionale - Pagamenti";
  • il passaporto o certificato di espatrio;
  • documento di riconoscimento fotocopia;
  • codice fiscale con fotocopia;
  • delega (nel caso si presenti persona diversa dal proprietario);
  • cane condotto con guinzaglio e museruola.

 

In caso trasferimento di residenza del cane mortis causa del proprietario si procede alla iscrizione in anagrafe canina a nome del legittimo successore richiedente il possesso del cane, secondo le modalità del trasferimento di residenza + COME FARE

  • Smarrimento del cane 
  • Morte del cane 
  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto 
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 

- Smarrimento del cane 

Avete perso il vostro amico a 4 zampe e non sapete come fare per rintracciarlo. La prima cosa da fare è  segnalare lo smarrimento del cane (la segnalazione deve essere fatta dal proprietario o dai detentori dell'animale) agli uffici di Anagrafe Canina della ASL.

La segnalazione deve essere tempestiva entro 3 giorni  dall'evento con denuncia di smarrimento, tramite apposito modulo 

  • Morte del cane +
  • Passaporto +
  • Aggiornamento Passaporto +
  • Smarrimento Passaporto +
  • Certificato di Espatrio +

 

Morte del cane 

Quando i nostri amici a 4 zampe ci lasciano non vorremmo pensare a questioni pratiche, ma è importante che i proprietari (o detentori) segnalino alla ASL (Uffici di Anagrafe Canina) o al proprio veterinario di fiducia il decesso dell'animale, per la relativa cancellazione dal Sistema  SISPC.  
La segnalazione serve ad aggiornare l'anagrafe canina e a prevenire il diffondersi di malattie infettive ad altri animali. 
Anche in questo caso la comunicazione deve essere tempestiva e per iscritto entro 15 giorni dall'evento.

  • Passaporto PET
  • Aggiornamento Passaporto 
  • Smarrimento Passaporto 
  • Certificato di Espatrio 

 

PASSAPORTO

Per gli spostamenti di cani, gatti e furetti accompagnati dal loro proprietario (o da una persona che ne assume la responsabilità per conto del proprietario) durante il viaggio tra gli Stati membri, il Regolamento (UE) 576/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013, prevede la necessità della identificazione degli animali tramite un tatuaggio - se però apposto prima del 03 luglio 2011 - oppure tramite un sistema elettronico di identificazione (microchip o trasponditore) e del possesso di uno specifico passaporto dell'animale da compagnia, rilasciato da un veterinario autorizzato dall'autorità competente.

Il passaporto, redatto in almeno una delle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio e in inglese, deve contenere i dati anagrafici e l'elenco delle vaccinazioni effettuate dall’amico a 4 zampe, le visite mediche e gli eventuali trattamenti.

Il passaporto sostituisce tutte le altre certificazioni per gli spostamenti all'interno dei Paesi della UE.

La vaccinazione per la rabbia è obbligatoria e deve essere effettuata conformemente all’allegato III, del Regolamento ( UE) 576/2013.
Gli Stati membri, inoltre, possono autorizzare i movimenti di cani, gatti e furetti di meno di tre mesi, non vaccinati, purché siano muniti di un passaporto e abbiano soggiornato dalla nascita nel luogo in cui sono nati, senza entrare in contatto con animali selvatici che possono essere stati esposti ad infezione o purché siano accompagnati dalla madre da cui sono ancora dipendenti (controlla la normativa nazionale)

In ogni caso consigliamo a chi intendesse espatriare con il proprio animale da compagnia di età inferiore ai 3 mesi e non vaccinato nei confronti della rabbia, di rivolgersi preventivamente all’Ufficio Consolare del Paese membro.   
Ricordati che in molti paesi europei è vietato l'ingresso degli esemplari delle razze canine ritenute pericolose. 

anine ritenute pericolose. 

 

Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • Per i cani:documento iscrizione anagrafe canina  (è indispensabile la presenza del cane per la verifica del microchip);
  • Per i gatti e per i furetti:Iscrizione Anagrafe, rilasciato al momento dell'applicazione del microchip dal proprio veterinario (è indispensabile la presenza dell'animale per la verifica del microchip);
  • Per tutti:certificato e fotocopia della vaccinazione antirabbica in corso di validità ed effettuata almeno 21 giorni prima e obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, oltre le vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL.
  • Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.
  • Per tutti:attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in  "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"
  • Per tutti:titolazione anticorpale più fotocopia prima che l'animale da compagnia abbia lasciato l'Unione per un movimento o transito in un territorio o Paese Terzo, diverso da quelli elencati nel Movement of Pets Index
  • Per tutti:richiesta di passaporto (modulistica +).           
  • Il passaporto viene rilasciato Immediatamente all’appuntamento
  • B. è consigliabile comunque di verificare presso le Autorità Consolari di destinazione eventuali ulteriori requisiti.

 

COSA SERVE NEI PAESI UE

Quali sono
Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (compresa Groenlandia e Isole Faeroer), Estonia, Finlandia, Francia (comprese Guyana Francese, Guadalupa, Martinica e Reunion), Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo (compreso il territorio continentale le isole Azzorre e le isole di Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (compreso il territorio continentale le isole Baleari, le isole Canarie e Ceuta e Melilla), Ungheria. 

I cani, gatti e furetti per spostarsi in questi Paesi devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • avere passaporto emesso dalla ASL

 

COSA SERVE NEL REGNO UNITO, FINLANDIA, IRLANDA, MALTA, NORVEGIA.

I cani, gatti e furetti per spostarsi in questi Paesi devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • avere passaporto emesso dalla ASL;
  •  solo per i cani, avere fatto trattamento per echinococco tra le 24 ore e 120 ore prima dell’ingresso nel Paese. 

 

COSA SERVE NEI PAESI EQUIPARATI UE

Quali sono i Paesi equiparati UE 

Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Aruba, Australia, Bahrain, Barbados, Bermuda, Bielorussia,Bosnia Erzegovina, Bonaire Sint Eustatius e Saba (Isole Bes), Canada, Cile, Curacao,Emirati Arabi Uniti,Federazione Russa, Fiji, Giamaica, Giappone, Hong Kong, Islanda, Isola di Ascensione, Isole Cayman(Regno Unito), Isole Falklands (Regno Unito), Isole Vergini Britanniche, Liechtenstein, Mauritius, Mayotte(Francia), Messico, Monaco, Montserrat, Norvegia, Nuova Caledonia (Francia), Nuova Zelanda, Polinesia Francese (Francia), Saint Kitts and Nevis, Sint Maarten, Saint Vincent e Grenadines, Saint-Pierre e Miquelon (Francia), San Marino, Sant’Elena, Singapore, Stati Uniti d’America (compresi Samoa americane, Guam, Isole Marianne settentrionali, Portorico, Isole Vergini americane), Svizzera, Taiwan,Trinidad e Tobago, Vanuatu, Vaticano,Wallis e Futuna (Francia).  Prima di spostarvi verificate sempre le condizioni dettate dal Paese di destinazione (per andare verificate le condizioni dettate dal Paese di destinazione e per tornare nei Paesi UE.

Per andare verificate le condizioni dettate dal Paese di destinazione, per tornare nei Paesi UE cani, gatti e furetti devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia da almeno 21 giorni;
  • avere passaporto emesso dalla ASL

 

  • Aggiornamento Passaporto +
  • Smarrimento Passaporto +
  • Certificato di Espatrio +

 

AGGIORNAMENTO DEL PASSAPORTO

La validità del passaporto è legata alla validità della vaccinazione antirabbica, e quindi si aggiorna in automatico con il rinnovo della vaccinazione antirabbica presso il proprio veterinario accreditato, che provvederà alla registrazione dell’evento  nel sistema Regionale SISPC e applicherà l’etichetta adesiva del vaccino effettuato nell’apposita pagina del passaporto.

  • Smarrimento Passaporto PET +
  • Certificato di Espatrio +

 

SMARRIMENTO DEL PASSAPORTO PET

In caso di smarrimento del passaporto il proprietario è tenuto alla tempestiva denuncia alle autorità competente presso gli organi di polizia (Polizia municipale competente per territorio, Carabinieri, Polizia di Stato) e alla relativa trasmissione alla ASL 

  • COME FARE

Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia: obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.;
  • denuncia di smarrimento del passaporto;
  • attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in "Anagrafe canina- Pagamenti";
  • documento di identità più fotocopia;
  • delega (nel caso si presenti persona diversa dal proprietario) (moduli +)
  • Certificato di Espatrio +

- CERTIFICATO DI ESPATRIO

Se intendete recarvi in Paesi non Comunitari con cane, gatto o furetto o per fare rientro nella CE da Paesi terzi (nel caso in cui non abbiate un passaporto PET UE), è necessario viaggiare con un Cerificato Internazionale di Esportazione, rilasciato dall'autorità competente (che in Italia è la ASL).

  • IL CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI ESPORTAZIONE
  • IL CERTIFICATO DI ESPATRIO"
  • ANDARE IN PAESI EQUIPARATI UE
  • ANDARE IN PAESI EXTRA UE
  • LA MOVIMENTAZIONE SENZA RIENTRO IN UE
  • IL CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI ESPORTAZIONE

Il  Certificato Internazionale di Esportazione è la certificazione sanitaria adottata dal Paese terzo destinatario. Questo documento contiene eventuali annotazioni di esami clinici, di buona salute ed altre indagini diagnostiche(nel caso in cui fossero richieste dallo Stato di destinazione, ed è per questo motivo che ricordiamo ai proprietari di documentarsi in anticipo presso le rispettive autorità sanitarie Ambasciate, Consolati o siti internet istituzionali) ed i mezzi di trasporto (aerei, navi, treni) che si intende utilizzare. 

  • " IL CERTIFICATO DI ESPATRIO"

Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • Per i cani:documento iscrizione anagrafe canina (è indispensabile la presenza del cane per la verifica del microchip);
  • Per i gatti e per i furetti: Iscrizione Anagrafe nel Sistema SISPC (è indispensabile la presenza dell'animale per la verifica del microchip);
  • Per tutti: certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia, obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.
  • Per tutti: attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in  "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"
  • Per tutti: titolazione anticorpale più fotocopia prima che l'animale da compagnia abbia lasciato l'Unione per un movimento o transito in un territorio o Paese Terzo, diverso da quelli elencati nel Movement of Pets Index
  • Il Certificato di Espatrio viene rilasciato a vista (salvo problemi tecnici/informatici del Sistema Informatico di prevenzione)
  • è consigliabile comunque di verificare presso le Autorità Consolari di destinazione eventuali ulteriori requisiti.

 

ANDARE IN PAESI EQUIPARATI UE

Per andare nei Paesi equiparati UE cane, gatto e furetto devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia da almeno 21 giorni;
  • avere certificato internazionale di espatrio e o passaporto emesso dalla ASL. 

-   I PAESI EQUIPARATI UE

Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Aruba, Australia, Bahrain, Barbados, Bermuda, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bonaire Sint Eustatius e Saba (Isole Bes), Canada, Cile, Curacao, Emirati Arabi Uniti,Federazione Russa, Fiji, Giamaica, Giappone, Hong Kong, Islanda, Isola di Ascensione, Isole Cayman (Regno Unito), Isole Falklands (Regno Unito), Isole Vergini Britanniche, Liechtenstein, Mauritius, Mayotte(Francia), Messico, Monaco, Montserrat, Norvegia, Nuova Caledonia (Francia), Nuova Zelanda, Polinesia Francese (Francia), Saint Kitts and Nevis, Sint Maarten, Saint Vincent e Grenadines, Saint-Pierre e Miquelon (Francia), San Marino, Sant’Elena, Singapore, Stati Uniti d’America (compresi Samoa americane, Guam, Isole Marianne settentrionali, Portorico, Isole Vergini americane), Svizzera, Taiwan,Trinidad e Tobago, Vanuatu, Vaticano,Wallis e Futuna (Francia).

Ricordati sempre di verificare le condizioni dettate dal paese di destinazione.

-  ANDARE IN PAESI EXTRA UE

Per andare in Paesi extra UE è sempre opportuno chiedere le specifiche esigenze ai Consolati o Ambasciate di destinazione. Per tornare dai Paesi extra UE nei Paesi UE cani, gatti e furetti devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • aver fatto 30 giorni dopo la vaccinazione (stabilito nell’allegato IV del REGOLAMENTO (UE) N. 576/2013) un prelievo di sangue per la valutazione del titolo anticorpale della rabbia (laboratori accreditati);  
  • avere certificato internazionale di espatrio (o  passaporto emesso dalla ASL) con registrazione dei punti sopra richiesti.

Al fine della reintroduzione nella UE

  • titolazione degli anticorpi contro la rabbia, eseguita almeno 30 gg dopo il vaccino, con annotazione sul passaporto, in caso di titolo favorevole;
  • in alternativa la titolazione può essere fatta nel Paese Terzo, prima del rientro nella UE, ma in tal caso dovrà essere effettuata almeno 3 mesi prima della reintroduzione.   

NB se l’animale NON proviene dalla UE devono trascorrere 3 mesi dalla data del prelievo prima dell’introduzione nella UE 

 

MOVIMENTAZIONE SENZA RIENTRO IN UE

Per la movimentazione di animali verso Paesi terzi, senza ritorno in UE è necessario essere in possesso di:

  • vaccinazione antirabbica;
  • certificato di espatrio.

In questo caso il proprietario è in vitato a contattare l'autorità consolare di destinazione.

Si ottiene

  • Per i cani: documento iscrizione anagrafe canina (è indispensabile la presenza del cane per la verifica del microchip);
  • Per i gatti e per i furetti: Iscrizione Anagrafe nel Sistema SISPC (è indispensabile la presenza dell'animale per la verifica del microchip);
  • Per tutti: certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia, obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.
  • Per tutti: attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in  "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"
  • Il certificato di espatrio ha validità 10 giorni dalla data del rilascio