logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Anagrafe Canina

 

Sedi

Modulistica Anagrafe Canina

Passaporto

PRENOTA

(attualmente valido solo per area Pisana, Valdera e Alta Val di Cecina)

 Responsabile: Dr. Marco Del Torto

Sede principale: Galleria G.B. Gerace, 14 - 56124 Pisa

ANAGRAFE ANIMALI DI AFFEZIONE

L'Anagrafe degli Animali d’Affezione è una banca dati che viene continuamente aggiornata con i dati trasmessi dalle singole anagrafi territoriali (gestite dalle regioni) e che comprende: l’Anagrafe Canina, l’Anagrafe Felina e Furetti.
La banca dati è in grado di fornire online, attraverso il codice dell'identificativo  (microchip o tatuaggio) il luogo di registrazione degli animali per specie e il loro proprietario o detentore, nel rispetto della tutela della privacy. 

ANAGRAFE CANINA REGIONALE

Le Aziende Unità Sanitarie Locali (AUSL) tramite le strutture organizzative della Sanità Pubblica Veterinaria gestiscono l’anagrafe canina regionale toscana.
L’Anagrafe Canina Regionale eroga i seguenti servizi:

Iscrizione all'anagrafe canina 

Quando e dove fare l'iscrizione?

Il cane deve essere iscritto all'anagrafe entro 60 giorni di età; l'iscrizione consiste nell'inserimento dei dati anagrafici nella banca dati regionale (Sistema Informativo Prevenzione Collettiva) ed è  sottoscritta dal responsabile dell'animale; al momento dell’iscrizione viene applicato al cane  un microchip.
Il microchip è un sistema elettronico di identificazione, rappresentato da un codice alfanumerico di 15 cifre, che viene inoculato, per via  sottocutanea, dai veterinari della ASL o dai Veterinari Liberi Professionisti accreditati.

La procedura può essere effettuata presso gli ambulatori dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest  o presso un medico veterinario libero professionista accreditato.

Al termine della procedura il veterinario o l’ufficio anagrafe canina rilasciano il certificato di iscrizione, un documento che accompagna il cane in ogni passaggio successivo e che, in caso di cessione, deve essere consegnato a chi riceve il cane.

Per maggiori info visita il sito della Regione Toscana:https://www.regione.toscana.it/-/anagrafe-animali-d-affezione


SERVIZI


.COMUNICAZIONI E VARIAZIONI

Per le zone di Pisa, Pontedera e Volterra è stato attivato un servizio di prenotazione online, raggiungibile a questo sito.


Passaggio di proprietà 

Nel caso di variazione di proprietà il precedente proprietario deve darne comunicazione entro 30 giorni.
Il passaggio di proprietà può essere effettuato esclusivamente attraverso gli uffici dell'Anagrafe Canina Regionale, per email o presentando la documentazione di persona negli orari di apertura al pubblico.
N. B: la cessione a qualsiasi titolo di cani  non iscritti all'anagrafe canina e di età inferiore a 60 giorni, è vietata.

Cosa devo fare se il cane è già iscritto nell’anagrafe canina Toscana?

In questo caso, per effettuare la variazione di proprietà, sono necessari:

  • l'apposito modello, compilato in ogni sua parte e firmato da entrambe le parti
  • il pagamento dovuto
  • la copia dei documenti di identità e codice fiscale di entrambe le parti.

In seguito al completamento della procedura, verrà rilasciata al nuovo proprietario l’attestazione dell’avvenuto cambio di responsabilità.

In caso di variazione di proprietà verso Paese estero il cane deve essere in possesso di regolare passaporto in corso di validità ed ogni altra documentazione che si renda necessaria in base al Paese di destinazione.

Cosa devo fare se il cane è iscritto nell’anagrafe canina di un’altra regione e devo iscriverlo a quella Toscana?

Il nuovo proprietario in Regione Toscana deve presentare,

  • il Certificato di iscrizione/prima inolculazione microchip
  • la ricevuta di scarico della Regione di Prevenienza completa dei dati anagrafici del nuovo proprietario, inclusi codice fiscale e telefono (in caso di dati incompleti o errati è possibile allegare autodichiarazione integrativa a firma del nuovo proprietario accompagnata da copia del documento. In ogni caso la ricevuta di scarico deve consentire di individuare con chiarezza: microchip/n. tatuaggio cane, nuovo proprietario, data della cessione).
  • il pagamento dovuto 
  • copia dei documenti del dichiarante

In caso di mancanza di tale documentazione è necessario fissare un appuntamento con il veterinario della Anagrafe Canina per procedere alla identificazione ed iscrizione del cane.

Cosa devo fare se il cane acquistato/adottato proviene da altri Stati?

Per l’introduzione in Italia di cani adottati o acquistati all’estero, già muniti di microchip e passaporto straniero oppure certificato di espatrio, è necessario prendere appuntamento (entro 30 giorni dall’acquisizione dell’animale) con il veterinario della Asl per l’identificazione e l’iscrizione del cane all’Anagrafe Regionale.
Al momento dell’appuntamento, il proprietario deve consegnare presso l'anagrafe canina della ASL i seguenti documenti:     

  • il passaporto o certificato di espatrio del cane
  • la certificazione attestante l'acquisto/acquisizione
  • attestazione del pagamento effettuato dei diritti sanitari
  • originale e copia del documento e del codice fiscale del precedente del nuovo proprietario

Si precisa che, solo nel Presidio di Santa Maria della Pietà, il cane va condotto con guinzaglio e museruola.

Trasferimento di residenza

Il cambio di residenza può essere certificato solo dalle ASL attraverso la compilazione dell’apposito modulo che può essere consegnato di persona agli uffici di Anagrafe di Canina della ASL, negli orari di apertura al pubblico; oppure può essere inviato per posta elettronica. 
Il responsabile del cane dovrà consegnare, entro 30 giorni, all’ufficio ASL i seguenti documenti:                               

  • iscrizione all'anagrafe canina precedente (se diversa dalla regione Toscana);
  • modulo di Variazione residenza, debitamente compilato;
  • se il cane proviene da altra regione allegare al modulo anche il certificato di cancellazione dall’ ASL di provenienza e la ricevuta del versamento dei diritti sanitari a favore dell’ASL Toscana Nord Ovest
  • copia del documento d’identità del responsabile del cane

In caso di trasferimento verso Paese estero il cane deve essere in possesso di regolare passaporto in corso di validità ed ogni altra documentazione che si renda necessaria in base al Paese di destinazione.

In caso di trasferimento da Paese estero, prendere appuntamento (entro 30 giorni dall’acquisizione dell’animale) con il veterinario per l’identificazione e l’iscrizione del cane nell’Anagrafe Regionale e consegnare i seguenti documenti:

  • il passaporto o certificato di espatrio del cane
  • la certificazione attestante l'acquisto/acquisizione
  • attestazione del pagamento effettuato dei diritti sanitari
  • copia del documento e del codice fiscale del responsabile

In caso di trasferimento di residenza del cane a causa della morte del proprietario, si procede all’iscrizione in anagrafe canina su richiesta del nuovo proprietario, secondo le modalità del trasferimento di residenza. C’è un modulo apposito. Il passaggio è gratuito se in favore di un erede residente in toscana, altrimenti è soggetto a pagamento

Smarrimento/ritrovamento del cane

Il proprietario o il detentore dell’animale deve segnalare (entro 3 giorni) lo smarrimento/ritrovamento del cane agli uffici dell’Anagrafe Canina della ASL, inviando per mezzo email o presentandosi di persona negli orari di apertura, il modulo di dichiarazione di smarrimento/ritrovamento debitamente compilato ed una copia fronte retro di un documento in corso di validità del dichiarante.  

Morte del cane 

In caso di decesso del cane è necessario comunicare (entro 15 giorni dall'avvenimento) agli uffici dell’ anagrafe Canina dell’ASL  o al proprio veterinario accreditato, la morte dell'animale, per procedere alla cancellazione dalla banca dati regionale.
Per effettuare la comunicazione è necessario compilare l’apposito modulo insieme a una copia fronte retro della carta di identità del dichiarante, in corso di validità. Il modulo compilato può essere consegnata per mezzo e-mail o presentandosi di persona agli uffici dell'Anagrafe Canina Regionale.

 

 

.PASSAPORTO 

Per le zone di Pisa, Pontedera e Volterra è stato attivato un servizio di prenotazione online, raggiungibile a questo sito.

Per tutti gli spostamenti degli animali d’affezione nel territorio UE, il Regolamento (UE) n. 576/2013 prevede la presenza obbligatoria del passaporto individuale, documento di identificazione dell’animale da compagnia.  

Ai fini del rilascio del passaporto che avviene tramite gli Uffici dell’anagrafe canina dell’ASL cani, gatti e furetti devono essere identificati tramite tatuaggio (applicato prima del 3 luglio 2011) perfettamente leggibile o con microchip e devono essere registrati all’Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione.

Il passaporto è valido 21 giorni dopo la prima vaccinazione antirabbica.


Quali sono

Rilascio

Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • Documento di iscrizione all'anagrafe canina, rilasciato al momento dell'applicazione del microchip dal proprio veterinario o dell'iscrizione in regione (è indispensabile la presenza del cane, del gatto o del furetto per la verifica del microchip)

  • Certificato e fotocopia della vaccinazione antirabbica in corso di validità e registrata nel sistema SISPC, oltre le vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL.
    Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.

  • Attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"

  • Per un movimento o transito in un territorio o Paese Terzo, diverso da quelli elencati nel Movement of Pets Index, è richiesta anche la titolazione anticorpale, più fotocopia.

Il passaporto viene rilasciato Immediatamente all’appuntamento è consigliabile comunque di verificare presso le Autorità Consolari di destinazione eventuali ulteriori requisiti.

Aggiornamento del Passaporto

La validità del passaporto è legata alla validità della vaccinazione antirabbica, e quindi si aggiorna in automatico con il rinnovo della vaccinazione antirabbica presso il proprio veterinario accreditato, che provvederà alla registrazione dell’evento  nel sistema Regionale SISPC e applicherà l’etichetta adesiva del vaccino effettuato nell’apposita pagina del passaporto.

Smarrimento del Passaporto PET

In caso di smarrimento del passaporto il proprietario è tenuto alla tempestiva denuncia alle autorità competente presso gli organi di polizia (Polizia municipale competente per territorio, Carabinieri, Polizia di Stato) e alla relativa trasmissione alla ASL.

COME FARE?
Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia: obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.;
  • denuncia di smarrimento del passaporto;
  • attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità specifiche per ogni zona;
  • documento di identità più fotocopia;
  • delega (nel caso si presenti persona diversa dal proprietario) (moduli +)

Note

  • Per gli spostamenti gli animali d’affezione devono essere accompagnati dal loro proprietario oppure da una persona che è stata delegata e assume la responsabilità per conto del proprietario.
  • Il numero massimo di animali (cani, gatti e furetti) che possono accompagnare il proprietario/persona autorizzata durante un singolo movimento a carattere NON commerciale non deve essere superiore a 5.
  • Il passaporto, redatto in almeno una delle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio e in inglese, deve contenere i dati anagrafici e l'elenco delle vaccinazioni effettuate dall’amico a 4 zampe, le visite mediche e gli eventuali trattamenti.
  • Il passaporto sostituisce tutte le altre certificazioni per gli spostamenti all'interno dei Paesi della UE.
  • La vaccinazione per la rabbia è obbligatoria e deve essere effettuata conformemente all’allegato III, del Regolamento ( UE) 576/2013.
  • Gli Stati membri possono autorizzare i movimenti di cani, gatti e furetti di meno di tre mesi, non vaccinati, purché siano muniti di un passaporto e abbiano soggiornato dalla nascita nel luogo in cui sono nati, senza entrare in contatto con animali selvatici che possono essere stati esposti ad infezione o purché siano accompagnati dalla madre da cui sono ancora dipendenti (controlla la normativa nazionale)
  • In ogni caso consigliamo a chi intendesse espatriare con il proprio animale da compagnia di età inferiore ai 3 mesi e non vaccinato nei confronti della rabbia, di rivolgersi preventivamente all’Ufficio Consolare del Paese membro.  
  • In molti paesi europei è vietato l'ingresso degli esemplari delle razze canine ritenute pericolose.

COSA SERVE NEI PAESI UE

Quali sono

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (compresa Groenlandia e Isole Faeroer), Estonia, Finlandia, Francia (comprese Guyana Francese, Guadalupa, Martinica e Reunion), Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo (compreso il territorio continentale le isole Azzorre e le isole di Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (compreso il territorio continentale le isole Baleari, le isole Canarie e Ceuta e Melilla), Ungheria.

I cani, gatti e furetti per spostarsi in questi Paesi devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • avere passaporto emesso dalla ASL

 COSA SERVE NEI PAESI EQUIPARATI UE

Quali sono i Paesi equiparati UE:
Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Aruba, Australia, Bahrain, Barbados, Bermuda, Bielorussia,Bosnia Erzegovina, Bonaire Sint Eustatius e Saba (Isole Bes), Canada, Cile, Curacao,Emirati Arabi Uniti,Federazione Russa, Fiji, Giamaica, Giappone, Hong Kong, Islanda, Isola di Ascensione, Isole Cayman(Regno Unito), Isole Falklands (Regno Unito), Isole Vergini Britanniche, Liechtenstein, Mauritius, Mayotte(Francia), Messico, Monaco, Montserrat, Norvegia, Nuova Caledonia (Francia), Nuova Zelanda, Polinesia Francese (Francia), Saint Kitts and Nevis, Sint Maarten, Saint Vincent e Grenadines, Saint-Pierre e Miquelon (Francia), San Marino, Sant’Elena, Singapore, Stati Uniti d’America (compresi Samoa americane, Guam, Isole Marianne settentrionali, Portorico, Isole Vergini americane), Svizzera, Taiwan,Trinidad e Tobago, Vanuatu, Vaticano,Wallis e Futuna (Francia).  Prima di spostarvi verificate sempre le condizioni dettate dal Paese di destinazione (per andare verificate le condizioni dettate dal Paese di destinazione e per tornare nei Paesi UE.

Per andare verificate le condizioni dettate dal Paese di destinazione, per tornare nei Paesi UE cani, gatti e furetti devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia da almeno 21 giorni;
  • avere passaporto emesso dalla ASL

COSA SERVE NEL REGNO UNITO, FINLANDIA, IRLANDA, MALTA, NORVEGIA.

I cani, gatti e furetti per spostarsi in questi Paesi devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • avere passaporto emesso dalla ASL;
  • solo per i cani, avere fatto trattamento per echinococco tra le 24 ore e 120 ore prima dell’ingresso nel Paese.

CERTIFICATO DI ESPATRIO

Se intendete recarvi in Paesi non Comunitari con cane, gatto o furetto o per fare rientro nella CE da Paesi terzi (nel caso in cui non abbiate un passaporto PET UE), è necessario viaggiare con un Cerificato Internazionale di Esportazione, rilasciato dall'autorità competente (che in Italia è la ASL).

  • IL CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI ESPORTAZIONE

Il  Certificato Internazionale di Esportazione è la certificazione sanitaria adottata dal Paese terzo destinatario. Questo documento contiene eventuali annotazioni di esami clinici, di buona salute ed altre indagini diagnostiche(nel caso in cui fossero richieste dallo Stato di destinazione, ed è per questo motivo che ricordiamo ai proprietari di documentarsi in anticipo presso le rispettive autorità sanitarie Ambasciate, Consolati o siti internet istituzionali) ed i mezzi di trasporto (aerei, navi, treni) che si intende utilizzare.

  • " IL CERTIFICATO DI ESPATRIO"

Il proprietario dell'animale dovrà fissare un appuntamento presso la ASL – Anagrafe Canina e presentarsi lui stesso con la seguente documentazione:

  • Per i cani:documento iscrizione anagrafe canina (è indispensabile la presenza del cane per la verifica del microchip);
  • Per i gatti e per i furetti: Iscrizione Anagrafe nel Sistema SISPC (è indispensabile la presenza dell'animale per la verifica del microchip);
  • Per tutti: certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia, obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.
  • Per tutti: attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"
  • Per tutti: titolazione anticorpale più fotocopia prima che l'animale da compagnia abbia lasciato l'Unione per un movimento o transito in un territorio o Paese Terzo, diverso da quelli elencati nel Movement of Pets Index
  • Il Certificato di Espatrio viene rilasciato a vista (salvo problemi tecnici/informatici del Sistema Informatico di prevenzione)
  • è consigliabile comunque di verificare presso le Autorità Consolari di destinazione eventuali ulteriori requisiti.

ANDARE IN PAESI EQUIPARATI UE

Per andare nei Paesi equiparati UE cane, gatto e furetto devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia da almeno 21 giorni;
  • avere certificato internazionale di espatrio e o passaporto emesso dalla ASL.

I PAESI EQUIPARATI UE:
Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Aruba, Australia, Bahrain, Barbados, Bermuda, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bonaire Sint Eustatius e Saba (Isole Bes), Canada, Cile, Curacao, Emirati Arabi Uniti,Federazione Russa, Fiji, Giamaica, Giappone, Hong Kong, Islanda, Isola di Ascensione, Isole Cayman (Regno Unito), Isole Falklands (Regno Unito), Isole Vergini Britanniche, Liechtenstein, Mauritius, Mayotte(Francia), Messico, Monaco, Montserrat, Norvegia, Nuova Caledonia (Francia), Nuova Zelanda, Polinesia Francese (Francia), Saint Kitts and Nevis, Sint Maarten, Saint Vincent e Grenadines, Saint-Pierre e Miquelon (Francia), San Marino, Sant’Elena, Singapore, Stati Uniti d’America (compresi Samoa americane, Guam, Isole Marianne settentrionali, Portorico, Isole Vergini americane), Svizzera, Taiwan,Trinidad e Tobago, Vanuatu, Vaticano,Wallis e Futuna (Francia).

Ricordati sempre di verificare le condizioni dettate dal paese di destinazione.

ANDARE IN PAESI EXTRA UE
Per andare in Paesi extra UE è sempre opportuno chiedere le specifiche esigenze ai Consolati o Ambasciate di destinazione. Per tornare dai Paesi extra UE nei Paesi UE cani, gatti e furetti devono:

  • essere identificati con microchip leggibile;
  • avere età superiore a tre mesi;
  • essere vaccinati contro la rabbia;
  • aver fatto 30 giorni dopo la vaccinazione (stabilito nell’allegato IV del REGOLAMENTO (UE) N. 576/2013) un prelievo di sangue per la valutazione del titolo anticorpale della rabbia (laboratori accreditati);
  • avere certificato internazionale di espatrio (o passaporto emesso dalla ASL) con registrazione dei punti sopra richiesti.

Al fine della reintroduzione nella UE:

  • titolazione degli anticorpi contro la rabbia, eseguita almeno 30 gg dopo il vaccino, con annotazione sul passaporto, in caso di titolo favorevole;
  • in alternativa la titolazione può essere fatta nel Paese Terzo, prima del rientro nella UE, ma in tal caso dovrà essere effettuata almeno 3 mesi prima della reintroduzione.

N.B: se l’animale NON proviene dalla UE devono trascorrere 3 mesi dalla data del prelievo prima dell’introduzione nella UE

MOVIMENTAZIONE SENZA RIENTRO IN UE

Per la movimentazione di animali verso Paesi terzi, senza ritorno in UE è necessario essere in possesso di:

  • vaccinazione antirabbica;
  • certificato di espatrio.

In questo caso il proprietario è in vitato a contattare l'autorità consolare di destinazione.

Si ottiene:

  • Per i cani: documento iscrizione anagrafe canina (è indispensabile la presenza del cane per la verifica del microchip);
  • Per i gatti e per i furetti: Iscrizione Anagrafe nel Sistema SISPC (è indispensabile la presenza dell'animale per la verifica del microchip);
  • Per tutti: certificato di vaccinazione antirabbica in corso di validità, più fotocopia, obbligatoriamente registrate nel sistema SISPC, nel caso di vaccinazioni richieste per l’espatrio ed effettuate dal medico veterinario accreditato ai fini del rilascio del passaporto o certificato di espatrio da parte delle ASL. Il medico veterinario accreditato rilascia comunque al proprietario dell’animale il certificato della vaccinazione effettuata: la certificazione della vaccinazione antirabbica è valida se indica il numero identificativo dell'animale.
  • Per tutti: attestazione del pagamento effettuato secondo le modalità riportate in "Anagrafe Canina regionale- Pagamenti"
  • Il certificato di espatrio ha validità 10 giorni dalla data del rilascio
Attachments: