logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Ospedale delle Apuane: il personale in servizio è in linea con il 2018. fondamentale il rapporto con le Istituzioni.

Massa Carrara, 13 agosto 2019 -   “Proprio ieri (12 agosto) ho incontrato la conferenza dei sindaci di Massa Carrara per fare il punto sui servizi sanitari e sulla programmazione. Uno degli argomenti trattati è stato proprio quello relativo alla dotazione organica”. Maria Letizia Casani, direttrice generale della ASL Toscana nord ovest  interviene per rispondere alla commissione sanità del Comune. “Non parlerei di grave carenza di personale perché, come ho chiarito alla conferenza, al 30 giugno 2019 il personale in servizio è di 5 unità in più rispetto alla stessa data del 2018. Certamente – continua Casani – abbiamo ben chiaro che riscontriamo difficoltà a reperire medici e infermieri, in  particolare in pronto soccorso e in alcune specialistiche come ginecologia, pediatria, ortopedia, radiologia”.

“Purtroppo – continua  la direttrice – scontiamo anche noi le difficoltà che esistono a livello nazionale a reperire professionisti. Per questo,  l’Azienda e la Regione hanno attuato tutte le misure possibili per migliorare la situazione sia per la dirigenza, sia per il comparto. E’ di poco tempo fa la firma dell’accordo tra ASL e sindacati confederali per l’assunzione di infermieri ed OSS, che sta procedendo con fatica, e per l’attuazione di un tavolo condiviso con lo scopo primario di superare le attuali difficoltà. Sempre la ASL ha attivato contratti con personale specialistico convenzionato. Inoltre, nell’ottica di garantire la copertura di medici al pronto soccorso la Regione ha selezionato 150 giovani  medici che stanno entrando in servizio in tutti i  pronto soccorso, a Massa ne sono entrati 3 e altri entreranno nei mesi di settembre e ottobre”. “La Regione ha anche finanziato nuove borse di studio per permettere ai neo laureati di specializzarsi, queste sono solo alcune azioni attuate per accelerare il reperimento del personale a dimostrazione del fatto che il problema è  ben presente e si sta affrontando”. “Proprio perché i Sindaci sono i tutori della salute pubblica, ritengo fondamentale la collaborazione con  le istituzioni. Infatti, all’incontro che si è svolto nei giorni scorsi, ne seguiranno altri. Ciò ci permetterà di monitorare costantemente i diversi punti all’ordine del giorno discussi nella riunione del 12 agosto”.  (dg)