logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Lunigiana: intervento degli infermieri nella RSA per garantire la continuità terapeutica 

Lunigiana, 25 marzo 2020 - In merito all’attività svolta da infermieri dell’Azienda USL Toscana nord ovest in una RSA della Lunigiana, l’Asl precisa di aver risposto con la consueta disponibilità ed attenzione ad una richiesta avanzata, per una situazione di assoluta emergenza, alla Zona Distretto della Lunigiana dalla direzione della RSA.

Quest’ultima ha fatto presente di non essere in grado di garantire i necessari servizi agli utenti a causa della totale assenza, per vari motivi, dei propri infermieri.

L’Azienda, tramite la Zona ed il Dipartimento Infermieristico, ha ritenuto doveroso garantire la continuità terapeutica agli anziani ospiti della struttura e per questo infermieri dell’Asl stanno andando, per due volte al giorno (per un carico di lavoro quotidiano di circa due ore), nella RSA a fornire assistenza in particolare nella somministrazione dei farmaci.

Si tratta, insomma, di un intervento assimilabile a quelli che vengono effettuati regolarmente a domicilio dei cittadini.

Da precisare che per questo servizio non è stato utilizzato il personale infermieristico del territorio, ma si è attinto dalle risorse aggiuntive (5 operatori in tutto) che sono state inviate in Lunigiana per l’emergenza Coronavirus.

Questo impegno per l’Azienda sanitaria cesserà nel momento in cui la direzione della RSA tornerà ad avere a disposizione (per rientro in servizio o per nuovo ingresso) il personale necessario.

Infine c’è già un accordo tra la Zona Distretto e la RSA per una compensazione, anche a livello economico, del valore orario delle prestazioni fornite in questo periodo di emergenza dal personale dell’Azienda.

(sdg)