logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Donazioni alla guardia medica di Carrara-Fosdinovo: il ringraziamento dei medici della continuità assistenziale

Carrara, 1 luglio 2020. I medici della continuità assistenziale della sede di Carrara-Fosdinovo (vedi foto in allegato) dicono grazie a tutti coloro che hanno aiutato concretamente il servizio di guardia medica. E lo fanno con una lettera aperta che si apre con questa frase: “Se non sai che fare delle tue mani, trasformale in carezze”. “In questo momento difficile per tutti – prosegue la lettera- abbiamo potuto toccare con mano la generosità e il senso civico dei cittadini di cui ci prendiamo cura ogni giorno. Sin dall'inizio della pandemia, abbiamo ricevuto da tanti aiuti concreti che ci hanno permesso di lavorare in adeguata sicurezza e di garantire il nostro servizio assistenziale nel migliore dei modi possibili. Desideriamo ringraziare, in particolare: chi ci ha donato dispositivi di protezione individuali e igienizzanti, ovvero la Carrozzeria "Bartoli Bosh-Ford Service" di Avenza (tramite il dottor Luigi Matini), la Fondazione Marmo Onlus, Emanuele Giovane, Emanuele Vignali della ferramenta "DocHouse" di Marina di Massa, Margherita Giovannelli e Valentina Pucciarelli, Mario Marioni, Silvia Matini; il ristorante "La scuderia" di Avenza per aver donato un termo scanner; l’alimentari "La nicchia" di Avenza per aver offerto il pranzo di Pasqua; Luisa titolare di "Lustampa Gins SRL" di Vinci (FI) per aver donato un intero rotolo di Tnt per mascherine e le sarte Sandra Bocini e Daulia Cavallo per averne cucite a decine”.

“Grazie ai colleghi Erika Forfori, medico di medicina generale, per le ripetute donazioni di dispositivi di protezione ma anche, e soprattutto, per la disponibilità e il sostegno; Nicola Corradi, medico di medicina generale e continuità assistenziale, per l'ottimo cibo che ci prepara sempre con cura e ci offre con generosità; Luigi Filippini, direttore del Distretto Asl di Avenza, per l'attenzione e l'empatia costanti verso il nostro servizio; il dottor Dante Bellè, nostro responsabile di sede, per averci reso una vera e propria squadra tenendoci uniti, guidandoci e consigliandoci ogni giorno. Il “comandante” migliore che potesse capitarci in questo periodo complicato. Grazie, infine, alla popolazione tutta per la comprensione”. (dp)